Non bisogna dimenticare

Categoria: Ciociari nel mondo
Visite: 1542
Cari concittadini, oggi è giornata di festa nella nostra contrada e in Veroli, poiché si venera e si celebrano i festeggiamenti in onore di Santa Francesca Romana, una santa che con il suo esempio e la sua figura, ha accompagnato la vita e le preghiere di generazioni di gente che in lei hanno sempre trovato un sicuro rifugio spirituale.

  Santa Francesca Romana non è oggi venerata nella sola Veroli, o in Italia, posso dirvi che quando migliaia di Verolani con occhi bagnati,silenziosi e con le mani callose, armati di coraggio attraversarono l’oceano in cerca di fortuna, con essi portarono nel cuore straziato dalla partenza, oltre alle figure dei genitori, dei parenti, degli amici anche quella della nostra Santa Francesca Romana, la sua presenza aiutò a superare le dure prova del distacco dell’amata terra natia.

La nostra Santa, ci era costantemente vicina per darci forza e conforto, ci fu vicina quando, durante il secondo conflitto mondiale, tanti italiani vennero ingiustamente internati in campi di concentramento, lasciando le famiglie nella fame e nella miseria più nera, la nostra Santa ci era vicina nei momenti dei grandi sacrifici, quando la vita degli emigranti era veramente difficile. Quando si era costretti a vivere in condizioni precarie, quando si abitava in cinque o sei persone in una sola stanza, si lavorava dall’alba al tramonto, spesso ai margini della società, in condizioni sanitarie primitive e senza alcun tipo di assistenza, Santa Francesca Romana era sempre vicina a noi a rincuorarci a darci coraggio e forza.

La nostra Santa è rimasta anche a gioire con noi quando, dopo anni bui, l’impegno e il sacrificio è stato ricompensato e quando i sogni nascosti e accarezzati timidamente durante le tristi traversate dell’oceano, si sono finalmente realizzati diventando realtà.

 Oggi in paesi lontani e non più stranieri, in terre che ci hanno accolto e in cui abbiamo raggiunto grandi vette in tutti i campi, politico, amministrativo, commerciale, accademico, culturale, ecc., in questi paesi in cui abbiamo portato la nostra cultura, la nostra lingua e anche la venerazione della nostra amata Santa,festeggiamo anche noi Santa Francesca Romana come voi fate da sempre a Veroli, questa grande fede, rinforza un immaginario cordone ombelicale che ci unisce da sempre e sempre ci legherà.

Il nostro impegno all’estero di mantenere la nostra cultura e le nostre tradizioni, ci tiene impegnati costantemente. E’ un impegno che consideriamo un dovere verso la nostra e le future generazioni. Sono ulteriormente convinto che ricordare il nostro passato, mantenere vivo nei nostri animi chi durante questo impervio cammino ci ha lasciato, chi si è sacrificato, chi è morto nell’adempimento del proprio dovere, costruendo il Canada in cui oggi viviamo. A questi valorosi deceduti lontano da Veroli, dedichiamo i nostri sforzi e i nostri pensieri e a loro viene dedicata la Santa Massa che annualmente viene celebrata durante i festeggiamenti in Toronto a Santa Francesca Romana.

Nella contrada di Santa Francesca, c’è oggi un monumento dedicato a tutti i nostri morti verolani sparsi per il mondo. Quando passate davanti ad esso, porgete un rispettoso saluto, fatelo anche per noi che siamo lontano, il monumento rappresenta gli eroi, il coraggio, l’abnegazione e l’amore della nostra terra, di chi riposa nel sonno eterno lontano da casa, lontano da Veroli.

Sono convinto che il deterioramento o la scomparsa di queste tradizioni e di questi valori che rappresentano la nostra storia e il nostro retaggio culturale e spirituale, sé non propriamente preservati, costituiscono un impoverimento della cultura non solo dei Verolani, ma anche una perdita di tutti i ciociari, di tutti i laziali, di tutti gli italiani e oserei dire del mondo intero.

 

Franco Fiorini – Presidente

Associazione Santa Francesca Romana di Veroli

Toronto - Canada

 

 

 ©2014 Sagra della crespella - sito ufficiale 

registrato nel 2000 dall'Associazione Culturale La Vetta - Tutti i diritti riservati - Informativa privacy