Comitato organizzatore

Categoria: comitato
Visite: 6428

18e25a87f6a7cee388f212d7dc1db3de.jpg La fase preliminare, che precede quella operativa, vede la formazione del Comitato Organizzatore, che è composto dal Direttivo, dai Coadiuvanti e dalle Crespellare. Alcuni mesi prima della sagra, il presidente e vicepresidente del comitato dell’anno precedente, convocano in una riunione un gruppo di persone rappresentative del territorio della frazione. Dopo aver esposto la motivazione e gli scopi si raccolgono le adesioni per la formazione del direttivo, che è composto da un minimo di undici persone, a cui si aggiunge un rappresentante per ogni carro che partecipa alla sfilata folcloristica.

Costituito il gruppo, delineato il programma, nominato il presidente, vicepresidente e segretario, si entra nella fase operativa e si stabilisce il ruolo di ogni componente. La ripartizione dei compiti è finalizzata a rendere il lavoro meno gravoso, dal momento che tutti i componenti del direttivo durante il giorno sono impegnati nelle attività proprie e dedicano parte del loro tempo alla sagra volontariamente. 

In tal modo ci sarà chi si occuperà del “settore delle crespelle”, che prevede innanzitutto di individuare almeno venti donne “crespellare”, che vestite con gli abiti ciociari, avranno il compito di friggere le crespelle. Inoltre provvederà all’istallazione di tre chioschi dove verranno fritte e distribuite le crespelle, dell’acquisto della farina e dove farla impastare, dell’olio, dello zucchero, tovaglioli e di quanto altro necessario alla funzionalità ma anche all’abbellimento.

f8dbacc87c3a55a874b84466c5afe3a8.jpgCi sara chi si occuperà delle necessarie autorizzazioni, della richiesta al comune del palco e suo montaggio, della sicurezza del percorso dei carri, della presenza della protezione civile e sanitaria, dell’amplificazione e intrattenimento, della preparazione del trofeo per il carro vincitore, del premio per la figura più rappresentativa e di omaggi per gli ospiti.

Un altro compito è quello per l’organizzazione della questua nelle tante contrade della frazione e di contattare gli sponsor per raccogliere il loro contributo, assieme ali striscioni pubblicitari da appendere o ai logos per la pubblicità da inserire sull’opuscolo.

Si stabilisce chi si occuperà sia della preparazione e assembramento degli articoli e delle foto necessarie per la realizzazione dell’opuscolo della sagra, ed anche individuare i componenti della Commissione Giudicatrice, composta da persone non residenti nella frazione, che dovrà decretare il carro folcloristico vincitore, con la motivazione.

I carri ripropongono quadretti viventi, con scene ben articolate, degli antichi mestieri e di situazioni di vita della civiltà contadina a partire dai primi del 1800. Pertanto i capi carro sanno che dovranno passare al vaglio del direttivo e pertanto devono utilizzare carri con ruote in ferro o legno e che siano trainati dagli animali o da persone, ogni oggetto o attrezzo e anche gli stessi abiti indossati, devono essere originali o ricostruiti fedelmente.

I coadiuvanti sono di numero illimitato, prestano il loro lavoro nella realizzazione delle molteplici attività ed iniziative, appartenenti alla logistica, in cui si articola la kermesse della sagra.

Per ultimo, ma non per importanza, ricordiamo di coloro che sono impegnati a soddisfare i variegati interessi e curiosità dei tanti turisti che ogni anno sono sempre più numerosi, organizzando mostre dell’artigianato locale e di prodotti tipici, fotografiche ed oggettistiche della civiltà contadina dei tempi passati.

Pagina Facebook

 ©2014 Sagra della crespella - sito ufficiale 

registrato nel 2000 dall'Associazione Culturale La Vetta - Tutti i diritti riservati - Informativa privacy