La banda Verrelli

 Nel contado di Santa Francesca in Veroli, a Case Verrelli, ha sede la temibile banda Verrelli. Sul capo di Angelo Maria Verrelli, “contadino possidente”, gravano fin dal 1860 molteplici capi d’accusa: dopo aver preso parte alla banda dei briganti Chiavone e Fuoco e compiuto numerosi delitti, entra nelle squadriglie pontificie assieme a Francescane, nella gendarmeria di S. Francesca, ma ne è in breve tempo allontanato “perché continuava a proteggere il brigantaggio”.

 

Tornato a casa, si pone a capo di una banda cui prendono parte anche i suoi due fratelli e il cugino Pasquale, che muore nel 1871 nel corso di una scorribanda presso Piperno. La sua scaltrezza, l’estesa parentela che lo protegge e il timore che incute agli abitanti ne impediscono a lungo la cattura. Muore nel 1875 poco più che trentenne nell’ospedale di Terracina, dopo essere stato a lungo ricercato per l’ultimo suo crimine, il ricatto ai danni di mons. Theodoli.

Leggi tutto: La banda Verrelli

 ©2014 Sagra della crespella - sito ufficiale 

registrato nel 2000 dall'Associazione Culturale La Vetta - Tutti i diritti riservati - Informativa privacy